Morra Cinese

 
La Morra Cinese: Forbici, rete e pietra.

Quanfa dovrebbe essere tradotto letteralmente “il gioco delle braccia”. Non c’e` niente di meglio della analogia tra il WingTsun e la morra cinese: Le forbici, la rete e la pietra.

Ognuno di questi oggetti puo’ distruggere o essere distrutto dagli altri a seconda delle combinazioni. None’ una questione di superiorita’ ma di relativita’. Non c’e una regola unica. Tutto dipende sempre da...

Molti praticanti di arti marziali non digeriscono questa regola di vita, cioe’ che tutto e’ relativo, pero’ poi ci si trovano nel mezzo.
Per esempio: quando un giovane fa il galletto con i suoi amici per vedere chi e’ piu’ forte, succede proprio la stessa cosa. Si accorgono che devono cambiare in continuazione.
Quando si ha 10 anni si puo’ sognare la “tecnica invincibile” che batte tutti. Pero’ sappiamo tutti che la vita non e’ cosi; ma e’ molto piu’ simile al gioco della morra cinese e le sue variazioni.

Il praticante di WT pensa che il Tansau, il Bongsau ed il Fooksau siano le basi del WT, e che funzionino proprio come la rete, le forbici e la pietra.

Ma secondo voi, funzionano davvero cosi? [Cioe’ in termini WT (n.d.t.)] Basta sapere come si batte il Bongsau?

Perche’ ci si fissa su una posizione rigida quando sappiamo benissimo che nella lotta tutto e’ relativo?

Mica lo stabiliamo noi come reagisce un avversario...


Vi chiederei di scrivere una email alla fine della lettura a TommasoGianni@hotmail.com per dirmi che cosa ne pensate e se aveste dei suggerimenti da dare.TGianni
TommasoGianni@yahoo.co.uk
No part of these works included in my website can be used without my written authorisation

 

ingresso membri | chat | forum & guestbook | stampa | home

© asianitaly.com

Home page